Università Cattolica del Sacro Cuore

Scienze agrarie, alimentari e ambientali

CHIAMATA DIRETTA DI PROFESSORI DI I E II FASCIA AI SENSI DELL'ART. 24 COMMA 6 DELLA LEGGE 240/2010  

PROCEDURE APERTE

PROFESSORI DI SECONDA FASCIA  

DATA PUBBLICAZIONE: 24 maggio 2019

Consiglio di Facoltà: 17 aprile 2019;

Senato Accademico: 13 maggio 2019;

SETTORE CONCORSUALE: 07/E1 CHIMICA AGRARIA, GENETICA AGRARIA E PEDOLOGIA

ACADEMIC RECRUITMENT FIELD: 07/E1 AGRICULTURAL CHEMISTRY, AGRICULTURAL GENETICS AND PEDOLOGY

Settore scientifico-disciplinare: AGR/07 Genetica agraria

Academic discipline: AGR/07 Agricultural genetics

Profilo scientifico-didattico: Sotto il profilo scientifico si richiede una figura con una comprovata competenza nell’ambito della genetica vegetale delle specie erbacee di interesse agrario. Il candidato dovrà essere in grado di applicare le conoscenze e le metodologie acquisite per studiare la struttura e la funzione dei genomi vegetali. Dovrà essere in grado di padroneggiare le tecniche di analisi necessarie per: studiare l’espressione dei geni e dei genotipi mutanti; localizzare sui genomi la posizione di loci potenzialmente utili ai fini del breeding; sviluppare marcatori molecolari per studi di selezione assistita. Nello specifico dovrà possedere la capacità di esplorare la variabilità genetica per la resistenza ai funghi micotossigeni nei cereali. In questo ambito, il candidato dovrà dimostrare competenza di progettazione e realizzazione di esperimenti di genetica molecolare con l’utilizzo di nuove tecnologie genomiche avendo come obiettivo la fenotipizzazione per la resistenza a funghi micotossigeni, e la caratterizzazione a livello trascrittomico e genomico di geni candidati per la resistenza in linee pure e popolazioni. Il candidato dovrà essere in grado di applicare le metodologie di modificazione dei genomi delle piante con particolare riferimento al genome editing. Sotto il profilo didattico si richiede una figura con una prolungata esperienza che possa coprire gli insegnamenti di livello base e avanzato, anche in lingua inglese, nel settore scientifico-disciplinare AGR/07 Genetica agraria, nonché possedere le competenze e abilità richieste per coprire insegnamenti settoriali della biologia vegetale.

PROCEDURE CHIUSE

PROFESSORI DI SECONDA FASCIA  

DATA PUBBLICAZIONE: 14 giugno 2018

Consiglio di Facoltà: 10 maggio 2018;

Senato Accademico: 4 giugno 2018;

Comitato direttivo: 13 giugno 2018.

SETTORE CONCORSUALE: 07/G1 SCIENZE E TECNOLOGIE ANIMALI

ACADEMIC RECRUITMENT FIELD: 07/G1 ANIMAL SCIENCE AND TECHNOLOGY

Settore scientifico-disciplinare: AGR/18 Nutrizione ed alimentazione animale

Academic discipline: AGR/18 Animal nutrition and feeding

Profilo scientifico-didattico: Si richiede una figura che, sotto il profilo didattico, possa coprire insegnamenti nell’area della nutrizione e alimentazione animale, della sostenibilità degli allevamenti, con conoscenze relative a impianti e automazione aziendale in ottica di “precision feeding”, anche in lingua inglese. Sono richieste conoscenze approfondite di statistica per la pianificazione di prove sperimentali e analisi di dati con metodi parametrici, non parametrici e multivariati. Dal punto di vista scientifico, il candidato deve avere la capacità di partecipare a gruppi di ricerca nazionali e internazionali (anche con funzione di coordinamento).

PROFESSORI DI PRIMA FASCIA  - 2 POSTI

POSTO 1

DATA PUBBLICAZIONE: 10 maggio 2018

Consiglio di Facoltà: 12 aprile 2018;

Senato Accademico: 7 maggio 2018;

Comitato direttivo: 9 maggio 2018

SETTORE CONCORSUALE: 07/D1 PATOLOGIA VEGETALE ED ENTOMOLOGIA

ACADEMIC RECRUITMENT FIELD: 07/D1 PLANT PATHOLOGY AND ENTOMOLOGY

Settore scientifico-disciplinare: AGR/12 Patologia vegetale

Academic discipline: AGR/12 Plant pathology

Profilo scientifico-didattico: Sotto il profilo scientifico è richiesta una specifica competenza nell’ambito dei temi inerenti la Patologia vegetale con riferimento alla sanità degli alimenti quali, in particolare: gli aspetti biologici ed epidemiologici dei funghi micotossigeni e la loro interazione con l’ospite; i metodi di valutazione del rischio di contaminazione degli alimenti; le tecniche innovative di prevenzione della contaminazione dei prodotti agricoli e degli alimenti in un ambito di agricoltura sostenibile; la valutazione dell’effetto dei cambiamenti climatici sui funghi micotossigeni e sulle contaminazioni degli alimenti. È richiesto che il candidato abbia una riconosciuta posizione di eccellenza scientifica nello specifico settore di ricerca a livello nazionale e internazionale. L’eccellenza scientifica deve essere comprovata, oltre che dall’originalità e dal carattere innovativo degli approcci di ricerca, da una più che adeguata produzione scientifica su riviste internazionali di alto profilo, come pure dalla partecipazione a gruppi nazionali e internazionali di esperti. Il candidato dovrà essere saldamente inserito in una rete di ricerca internazionale, testimoniata dalla partecipazione a consorzi per l’accesso ai programmi di ricerca, e avere esperienza come coordinatore generale o locale di progetti competitivi finanziati di respiro nazionale ed europeo. È inoltre richiesto che il candidato abbia una comprovata capacità di trasferimento dei risultati della ricerca e di instaurare relazioni positive con il contesto produttivo del territorio; la titolarità di brevetti e la creazione di spin-off sono considerati criteri preferenziali. Sotto il profilo didattico è richiesta una significativa esperienza di didattica ufficiale nel settore della Patologia vegetale, sufficientemente ampia da coprire i differenti aspetti della materia, incluse le patologie con effetto sulla sanità degli alimenti: i vari agenti di malattia, le interazioni ospite-patogeno, la resistenza delle piante, l’epidemiologia e la difesa sostenibile delle colture, la prevenzione delle contaminazioni da metaboliti indesiderati. È richiesta anche esperienza didattica nei corsi specialistici, tipici della laurea magistrale o di corsi di specializzazione, erogata anche in lingua inglese, come pure una comprovata capacità di fungere da relatore di tesi di laurea magistrale e di dottorato nell’ambito delle aree d’insegnamento indicate. Sotto il profilo organizzativo è richiesta la capacità di svolgere mansioni di coordinamento funzionali all’attività di ricerca e accademica, come pure una comprovata esperienza di partecipazione attiva a commissioni e comitati a livello di Facoltà. Infine, costituisce titolo preferenziale una comprovata capacità di interazione attiva con il territorio e i relativi stakeholders, con riviste scientifiche, anche in qualità di editor, e possibilmente con EFSA.

POSTO 2

DATA PUBBLICAZIONE: 10 maggio 2018

Consiglio di Facoltà: 12 aprile 2018;

Senato Accademico: 7 maggio 2018;

Comitato direttivo: 9 maggio 2018

SETTORE CONCORSUALE: 11/E3 PSICOLOGIA SOCIALE, DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI

ACADEMIC RECRUITMENT FIELD: 11/E3 SOCIAL PSYCHOLOGY AND WORK AND ORGANIZATIONAL PSYCHOLOGY

Settore scientifico-disciplinare: M-PSI/06 Psicologia del lavoro e delle organizzazioni

Academic discipline: M-PSI/06 Work and organizational psychology

Profilo scientifico-didattico: Sul piano didattico, si richiede una figura che presenti una consolidata esperienza di insegnamento nell’area della psicologia dei consumi e degli interventi connessi alla consumer intelligence. Sul piano scientifico, oltre alle competenze caratterizzanti il settore scientifico-disciplinare di appartenenza (M-PSI/06), il/la candidato/a dovrà essere in grado di sviluppare riflessioni e ricerche di elevato livello nell’ambito della psicologia dei consumi e della consumer intelligence: in generale e con specifico riferimento all’area dell’alimentazione, della salute, della promozione di stili alimentari consapevoli e della consumer education. Il/la candidato/a dovrà, in particolare, aver maturato esperienze di ricerca a livello nazionale e internazionale, qualificanti sul piano metodologico e estese nelle competenze relative alle tecniche di ricerca sia qualitative sia quantitative. Il/la candidato/a dovrà anche dimostrare una chiara attitudine alla progettazione di interventi conseguenti alla attività di ricerca. Si richiede inoltre consolidata esperienza nella formazione di terzo livello e orientamento interdisciplinare nel coordinamento e gestione di progetti avanzati. Con riferimento alle attività di terza missione è attesa capacità di attivare progetti partenariali e reti di stakeholders coerenti con le attività e i temi di ricerca.

PROFESSORI DI SECONDA FASCIA  

DATA PUBBLICAZIONE: 19 aprile 2018

Consiglio di Facoltà: 15 marzo 2018;

Senato Accademico: 9 aprile 2018;

Comitato direttivo: 18 aprile 2018.

SETTORE CONCORSUALE: 07/E1 CHIMICA AGRARIA, GENETICA AGRARIA E PEDOLOGIA

ACADEMIC RECRUITMENT FIELD: 07/E1 AGRICULTURAL CHEMISTRY, AGRICULTURAL GENETICS AND PEDOLOGY

Settore scientifico-disciplinare: AGR/13 Chimica agraria

Academic discipline: AGR/13 Agricultural chemistry

Profilo scientifico-didattico: Si richiede una figura che, sotto il profilo didattico, possa coprire insegnamenti nell’area della chimica agraria e della biochimica, anche in lingua inglese. Dal punto di vista scientifico, il candidato deve avere la capacità di guidare un gruppo di ricerca, e di partecipare a progetti e team di ricerca internazionali (anche con funzione di coordinamento). È richiesta una produzione di output di ricerca (articoli scientifici su riviste peer review di alto impatto, partecipazione come relatore a convegni internazionali) di alto profilo e in linea con i più recenti standard utilizzati per la valutazione delle attività di ricerca

PROFESSORI DI PRIMA FASCIA  

DATA PUBBLICAZIONE: 23 febbraio 2017

Consiglio di Facoltà: 19 gennaio 2017;

Senato Accademico: 13 febbraio 2017;

Comitato direttivo: 22 febbraio 2017

SETTORE CONCORSUALE: 07/A1 ECONOMIA AGRARIA ED ESTIMO

ACADEMIC RECRUITMENT FIELD: 07/A1 AGRICULTURAL ECONOMICS AND APPRAISAL

Settore scientifico-disciplinare: AGR/01 Economia ed estimo rurale

Academic discipline: AGR/01 Agricultural economics and rural appraisal

Profilo scientifico-didattico: Si richiede una figura che, sotto il profilo didattico, possa svolgere l’attività didattica, anche in lingua inglese. Dal punto di vista scientifico, il candidato deve possedere un curriculum scientifico di alto livello per gli standard della disciplina, comprovato da output di ricerca in linea con i più recenti standard utilizzati per la valutazione delle attività di ricerca, in particolare articoli in riviste scientifiche indicizzate nelle banche dati ISI e Scopus e corrispondenti indicatori bibliometrici.

PROFESSORI DI SECONDA FASCIA  

DATA PUBBLICAZIONE: 30 gennaio 2017

Consiglio di Facoltà: 15 dicembre 2016;

Senato Accademico: 18 gennaio 2017;

Comitato direttivo: 27 gennaio 2017

SETTORE CONCORSUALE: 07/G1 SCIENZE E TECNOLOGIE ANIMALI

ACADEMIC RECRUITMENT FIELD: 07/G1 ANIMAL SCIENCE AND TECHNOLOGY

Settore scientifico-disciplinare: AGR/17 Zootecnica generale e miglioramento genetico

Academic discipline: AGR/17 Livestock systems, animal breeding and genetics

Profilo scientifico-didattico: Si richiede una figura che, sotto il profilo didattico, possa coprire insegnamenti nell’area della Zootecnica generale e Miglioramento genetico animale anche in lingua inglese. Dal punto di vista scientifico, il candidato deve avere la capacità di partecipare a gruppi di ricerca internazionali (anche con funzione di coordinamento) producendo output di ricerca in linea con i più recenti standard utilizzati per la valutazione delle attività di ricerca.