Università Cattolica del Sacro Cuore

Carriera e Attività di dottorandi

Come si richiede la certificazione attestante i contributi alla Gestione Separata dell’INPS?

Collegandosi al portale Inps, potrete visionare il vostro estratto conto contributivo.

E' consentito a un dottorando svolgere attività didattica?

  Gli iscritti ai corsi di dottorato possono svolgere una limitata attività didattica sussidiaria e integrativa (esercitazioni, seminari, assistenza) previa autorizzazione del collegio docenti. L'attività didattica non deve in ogni caso compromettere l'attività di formazione alla ricerca.

La rinuncia agli studi in cosa consiste e cosa comporta?

E' possibile rinunciare al percorso di dottorato in qualsiasi momento, previa comunicazione al coordinatore del corso o della scuola. Chi intende non iscriversi all'anno successivo o rinunciare in corso d'anno deve presentare la comunicazione di rinuncia agli studi, redatta in carta legale da €16,00 compilando l'apposito modulo. La rinuncia agli studi comporta l'estinzione dell'intera carriera di dottorato e l'interruzione dell'eventuale borsa percepita.

Quando uso i cerificati e quando le autocertificazioni?

 Con l'entrata in vigore della L. n. 183/2011, sono intervenuti rilevanti modifiche in materia di rilascio di certificati e di impiego delle autocertificazioni.

In ottemperanza a tale norma, le certificazioni rilasciate dall'Università Cattolica sono valide e utilizzabili solo nel rapporto tra privati, mentre nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e gestori di pubblici servizi i certificati sono stati sostituiti da autocertificazioni.

Per agevolare il dottorando di ricerca o dottore di ricerca, sono stati predisposti modelli di autocertificazione scaricabili alla pagina http://milano.unicatt.it/dottorati-modulistica

si ricorda che le autocertificazioni per essere valide devono sempre essere sottoscritte in originale in originale dall'interessato e presentate con la copia del documento di identità in corso di validità e che il dichiarante è sempre personalmente responsabile del contenuto delle sue dichiarazioni che possono essere assoggettate a controllo da parte dell'amministrazione ricevente.

Mi serve un certificato da presentare a un Ente privato. A chi devo richiederlo?

Previa richiesta da effettuarsi via mail a dottorati.ricerca-mi@unicatt.it vengono rilasciati certificati di iscrizione, in italiano o in inglese e certificati di conseguimento del titolo di dottore di ricerca. Gli interessati devono portare, per il ritiro, una marca da bollo da Euro 16.

In quanti giorni mi verrà rilasciato il certificato richiesto?

Il rilascio dei certificati richiesti dall'interessato, di norma, avviene nei tre giorni successivi il ricevimento della richiesta. Gli originali, previa comunicazione da parte dell'ufficio dottorati, devono essere ritirati dall'interessato o da un suo delegato. Non si effettuano spedizioni al domicilio del richiedente.

Posso richiedere l'accesso agli atti amministrativi e ai verbali delle commissioni d'esame?

Sì. La richiesta di accesso alla documentazione relativa agli atti amministrativi e ai verbali delle commissioni va indirizzata al Magnifico Rettore e consegnata all'ufficio dottorati.

Sulla richiesta andranno indicate le generalità e, ai sensi della L241/90 andrà specificato il motivo della richiesta.

L'ufficio Legale dell'Università Cattolica provvederà a dare risposta entro 30 giorni di tempo.

Anche l'Università Cattolica ha un suo codice etico?

Sì. Come tutti gli studenti dell'Università Cattolica, anche i dottorandi sono invitati a leggere e a sottoscrivere la dichiarazione di accettazione e di impegno a rispettare il codice etico, al fine di condividerne principi e valori. Le modalità di sottoscrizione vengono rese note al dottorando all'atto dell'immatricolazione. http://www.unicatt.it/la-cattolica-codice-etico

In qualità di dottorando, beneficio di una copertura assicurativa?

Sì. L'assicurazione riguarda gli infortuni che derivano da eventi dovute a cause fortuite. La polizza vale per gli infortuni che l'assicurato subisce in tutto il mondo nell'esercizio delle attività istituzionali. Per ulteriori informazioni gli interessati possono fare riferimento all'Ufficio Dottorati.

Per il dottorando con borsa, che deve recarsi all'estero per la propria ricerca, è prevista un'elevazione di borsa? Cosa bisogna fare per ottenerla?

Prima di partire ti devi far rilasciare l'autorizzazione preventiva dal coordinatore, che deve essere su carta intestata e indicare le date di inizio e fine periodo (giorno, mese, anno).

Se ti rechi in un paese dove non sono previsti accordi per la copertura sanitaria devi contattare l'ufficio assicurazioni per attivare la copertura assicurativa per il soggiorno all'estero.

Rientrato in Italia devi consegnare i due documenti, entrambi in originale, al nostro Sportello per ottenere l'elevazione della borsa fino al 50% della stessa, per ogni giorno di permanenza all'estero.

Per il dottorando con borsa, che deve recarsi all'estero per la propria ricerca, è prevista un'elevazione di borsa? Cosa bisogna fare per ottenerla?

Prima di partire ti devi far rilasciare l'autorizzazione preventiva dal coordinatore, che deve essere su carta intestata e indicare le date di inizio e fine periodo (giorno, mese, anno).

Se ti rechi in un paese dove non sono previsti accordi per la copertura sanitaria devi contattare l'ufficio assicurazioni per attivare la copertura assicurativa per il soggiorno all'estero.

Rientrato in Italia devi consegnare i due documenti, entrambi in originale, al nostro Sportello per ottenere l'elevazione della borsa fino al 50% della stessa, per ogni giorno di permanenza all'estero.

Si può svolgere attività clinico-assistenziale presso una struttura ospedaliera?

L'attività assistenziale deve essere autorizzata dal Collegio Docenti e sottoposta alla valutazione da parte della Direzione Sanitaria.

L'interessato deve fare richiesta di autorizzazione al proprio coordinatore compilando l'apposita modulistica presente nell'apposita sezione all'interno delle aree tematiche di riferimento "Immatricolazione" e "Rinnovo iscrizione".

La dottoranda in stato di gravidanza può usufruire del congedo di maternità?

Il DM 45/2013 specifica chiaramente:

"6. Alle dottorande si applicano le disposizioni a tutela della maternità di cui sl decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale 12 luglio 2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 247 del 23 ottobre 2007".

Le Dottorande sono tenute abbligatoriamente ad informare il Coordinatore, il servizio di Sorveglianza Sanitaria, successivamente dovranno compilare l'apposita modulistica di sospensione e consegnarla alla segreteria dei Dottorati di ricerca.