Università Cattolica del Sacro Cuore

Psicologia dell'Emergenza e dell'intervento umanitario

Finalità dell'Unità è quella di promuovere la ricerca scientifica e la riflessione sui temi propri della Psicologia dell'Emergenza e dell'assistenza umanitaria.

In particolare, essa mira a sostenere la verifica dei modelli teorici e delle metodologie utilizzate per gestire i processi psicologici attivi nelle situazioni di emergenza.

Proseguendo e meglio integrando il lavoro svolto negli ultimi sei anni dai membri dell'équipe (progetto Molise, progetto Sri Lanka, pubblicazioni, convegni, iniziative formative etc.), l'attività dell'unità è caratterizzata dallo sviluppo di iniziative finalizzate a rispondere in modo adeguato e sollecito alle molteplici domande provenienti sia dall'istituzione accademica, sia dalla società civile.

Oltre all'attività di ricerca in senso stretto, sono promosse iniziative di ricerca-azione sul campo ed iniziative tese a promuovere un dibattito internazionale sui temi della Psicologia dell'Emergenza e dell'assistenza umanitaria (pubblicazioni, attività di formazione, seminari, convegni ed eventi culturali).

Punto chiave dell'attività dell'Unità è anche lo sviluppo delle reti di collaborazione con soggetti e istituzioni interni ed esterni all'Università.

Gli ambiti di indagine spaziano dalla gestione dello stress e dei processi comunicativi in emergenza alla promozione delle risorse resilienti in età evolutiva. Per quanto concerne teorie e metodologie di cooperazione allo sviluppo in seguito ad emergenze comunitarie (o in ottica della loro prevenzione) particolare attenzione è posta alle Basic Actions e alle tecniche di empowerment comunitario.

 

Psicologi in aiuto di chi ha perso la storia - Parla Fabio Sbattella

Presentazione in due minuti dell Unità di ricerca. A cura di Fabio Sbattella