Università Cattolica del Sacro Cuore

Eventi e lezioni aperte

L'esperienza del Laboratorio di editoria intende essere uno spazio per la crescita di giovani alle soglie di un mestiere che Giulio Einaudi così immaginava: «ultimo tra i compiti dell'editoria di cultura per i prossimi vent'anni mi pare il recupero della felicità. Bisogna che il gruppo editoriale sia tutto partecipe, conosca tutto quello che si progetta, senta come proprio il progetto comune».

Per questo il Laboratorio di editoria si fa promotore di iniziative tra cui le "Lezioni aperte" con protagonisti dell'editoria italiana, approfittando spesso di anniversari: a partire dal 2004, quando gli studenti incontrarono Roberto Cerati, presidente della casa editrice Einaudi capace di stimolare tesi e ricerche che hanno dato vita, cinque anni dopo, al volume Libri e scrittori di via Biancamano; poi Pietro Boroli, presidente di De Agostini, a chiusura del 100° di fondazione, Carlo Feltrinelli nel 50°, Gian Arturo Ferrari per i 100 anni di Mondadori (con presentazione del volume Libri e scrittori da collezione. Casi editoriali in un secolo di Mondadori). Gli incontri con esperti, in fitto dialogo con i giovani del Laboratorio, portano in cattedra varie figure professionali, dall'editor Laura Bosio al libraio-editore Ulrico Carlo Hoepli o al libraio-scrittore per ragazzi Roberto Denti. Una "lezione aperta" è stata nel 2011 con Sebastiano Vassalli tra poesia ed editoria in occasione dei settant'anni dello scrittore. Nello stesso anno il Laboratorio ha ospitato Laura Pariani e nel 2012 la lezione aperta è stata tenuta dallo scrittore Björn Larrson.

Inoltre seminari cercano di sviluppare temi specifici, come Parole on line. Scrittura, filologia ed editoria nell'era digitale nel 2007 concluso da Domenico Fiormonte e uno sugli e-book nell'autunno 2010; alcune volte si tratta di veri e propri convegni, come A verità condusse poesia. Per una rilettura di Clemente Rebora (30-31 ottobre 2007), in collaborazione con il Centro di ricerca Letteratura e cultura dell'Italia unita, MOD e Centro Novarese di Studi Letterari.

In tale occasione si è avviata un'altra modalità di lavoro del Laboratorio costituita dalle mostre bibliografiche.

L'attenzione alla realtà esterna è poi testimoniata dalle visite a fiere e a istituzioni: dalla Fiera internazionale del Libro di Torino a Bologna Children's Book Fair e alla Fiera della piccola e media editoria di Roma "Più libri più liberi", con visite alla stamperia Tallone di Alpignano, ai Musei Stampa di Genova e di Lodi, all'Archivio Segreto Vaticano a Roma, all'Istituto Centrale per la Patologia del Libro a Roma, ma anche ad aziende tipografiche specializzate. E l'esperienza del Laboratorio di editoria è tata presa a campione in più occasioni dai mass-media: per esempio nella rubrica di Stefano Salis sull'inserto "Domenica" del "Sole-24 Ore" o con dirette a "Fahrenheit" grazie alle interviste di Marino Sinibaldi.

Tra gli appuntamenti consueti c'è anche "Editoria a Natale" con letture e proiezioni, oltre a "Editoria e poesia in Europa" (che ha portato a confronti con poeti-editori come il polacco Ryszard Krynicki, scopritore del premio Nobel Wisława Szymborska), mentre tra quelli nuovi si segnala il primo bookcrossing organizzato da un'università italiana: nel maggio 2010, grazie alla stretta collaborazione tra il Laboratorio di editoria, EDUCatt e la Biblioteca d'Ateneo, sono stati "liberati" centinaia di libri da banchetti distribuiti in tutta l'università donati da più di venti case editrici italiane e da studenti e docenti che hanno deciso di aderire all'iniziativa intitolata Sosteniamo la lettura. L'inaugurazione ha avuto come madrina Maria Grazia Mazzitelli, editor di Salani, che ha svelato i segreti del best seller Harry Potter nella lezione di chiusura del corso. L'esperienza si è ripetuta nel 2012 e questa volta a inaugurare il bookcrossing è stato Björn Larsson, lo scrittore svedese autore di vari best seller targati Iperborea, il cui intervento è stato pubblicato sulla rivista "Vita e Pensiero".

Negli ultimi anni accademici è stata attivata una particolare collaborazione con la libreria Vita e Pensiero, anche con un concorso sui booktrailer, e si sono svolti incontri periodici sui temi della filologia applicata all'editoria letteraria, con particolare attenzione alle edizioni critiche (Manzoni, Verga ecc.) e ai carteggi editoriali.